Definizione Mutui a Tasso Fisso

Accendere un mutuo implica la scelta del tasso di interesse che verrà applicato alla somma richiesta.
Esistono tre tipi di tasso:
I Mutui a Tasso Fisso, tasso variabile e tasso misto.

I Mutui a Tasso Fisso consentono di ottenere una rata che rimarrà invariata per tutta la durata del mutuo.
Le banche e gli istituti di credito tendono ad applicare un tasso di interesse leggermente più alto, rispetto ad altre opzioni. Questo rialzo consente loro, di avere comunque i propri guadagni anche se il tasso dovesse scendere radicalmente.
Il tasso di interesse subisce l’inflessione o il rialzo in base a determinati indici economici.

Uno di questi indici è l’Eurirs (Euro Interest Rate Swap); questo è una media scaturita dalla presenza delle banche nell’economia europea.
L’Eurirs è uguale per tutte le banche.
Se si sceglie un mutuo di lunga durata, l’Eurirs tenderà ad essere maggiore e quindi ad aumentare il valore della rata.
Un altro valore che incide negli interessi applicati è lo Spread. Questo valore si trova compreso nel Taeg ed è applicato dalla banca indipendentemente dalle altre banche. Il valore può essere compreso tra 1% e 2% e rappresenta il guadagno dell’istituto erogatore.
Scegliere questo Mutuo garantisce una rata costante nel tempo ma va considerata la lunghezza del mutuo che, inevitabilmente, farà aumentare gli interessi.

Quando andrai a richiedere un Mutuo alla tua banca,informati su cosa propongono per quanto riguarda i Mutui a Tasso Fisso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *